Privacy: Gigli, bene cassazione su parto anonimo. Estendere anche a eterologa e utero in affitto

(VITANEWS) Roma, 25 GEN – “Il chiarimento della Cassazione sul diritto di conoscere le proprie origini coniuga saggiamente le aspettative del figlio in cerca di chi lo ha partorito e quello della madre che aveva chiesto di partorire in anonimato. Il filtro dell’interpello attraverso il magistrato, infatti, permette di garantire insieme il diritto del figlio e la privacy di chi potrebbe trovarsi in situazioni di vita tali da renderle impossibile di accogliere la sua richiesta. Ci auguriamo che quanto chiarito dalla Suprema Corte per il parto in anonimato possa ora essere esteso alla zona grigia che riguarda la conoscenza delle origini biologiche per i bambini nati dalla fecondazione eterologa e dalla pratica dell’utero in affitto”. Lo afferma il deputato Gian Luigi Gigli, capogruppo di ‘Democrazia Solidale-Centro Democratico’ in Commissione Affari Costituzionali della Camera e Presidente del Movimento per la Vita Italiano.