Lucca, Seminario Quarenghi: i giovani del Mpv riflettono sulla figura del padre

Il Movimento Per la Vita Italiano, la Federazione Toscana MPV e Cav e l’Equipe Giovani del MPVI invitano i giovani fino ai 35 anni, interessati ai grandi temi legati alla bioetica,  a partecipare, dal 5 al 7 aprile a Lucca, alla 36° edizione del seminario “V. Quarenghi” di primavera. Il titolo scelto è “O babbino caro”, in onore al grande compositore lucchese Puccini, e avrà come principale ispirazione la figura del padre, “figura che come poche altre
ha subito un radicale quanto silenzioso stravolgimento negli ultimi decenni, passando sa un ruolo di dominatore indiscusso della scena familiare e sociale ad una posizione i cui contorni si sono progressivamente sbiaditi”, spiega il responsabile nazionale dei giovani del MPVI Giuseppe Maria Forni.

I relatori scelti per discutere di queste tematiche sono Giuseppe Anzani, magistrato ed editorialista di Avvenire; Claudio Larocca, un giovane papà impegnato da anni nel Centro di Aiuto alla Vita; Giuliano Guzzo, sociologo, giornalista e saggista; Susanna Fontani, psicologa e consulente presso il Tribunale di Firenze.
Verrà affrontato anche il rapporto tra il femminismo di ieri e di oggi e la famiglia in generale, e lo faremo con una tavola rotonda a cui parteciperanno la consigliera Carla Padovani del Comune di Padova, l’onorevole Eugenia Roccella e la professoressa Assuntina Morresi.

“Crediamo fermamente nell’importanza di questa esperienza, palestra in cui i giovani possono scoprire ed apprendere aspetti su loro stessi e sulla società in cui sono chiamati a vivere ed operare”, afferma l’altra responsabile nazionale dei giovani del MPVI Greta Gregoratti.
Ci sarà modo, naturalmente, di visitare la città e di vivere insieme tre giorni interessanti, stimolanti e divertenti. Tutte le informazioni per partecipare ed iscriversi sono sul sito www.prolife.it