Sperimentato l’aborto via internet

Vitanews, 17 MAG – Gli esseri umani spesso sanno essere molto innovativi quando si tratta di mezzi per togliere la vita. Uno degli ultimi è l’aborto via internet.

Definito “sicuro ed efficace” l’aborto medico farmacologico gestito con la telemedicina è incoraggiato da uno studio sul British Medical Journal che dimostrerebbe infatti come questo “servizio” possa essere un’alternativa “valida e sicura” rispetto a metodi alternativi a cui sarebbero “costrette” a ricorrere donne che vivono in Paesi dove l’interruzione volontaria di gravidanza è sottoposta a leggi “molto restrittive”. La ricerca, è stata condotta da esperti della Princeton University, della University of Texas a Austin e dalla associazione “Women on Web”. Lo studio ha coinvolto 1000 donne tra irlandesi e nord irlandesi che hanno avuto accesso alla pillola abortiva attraverso la telemedicina via internet e per interrompere la gravidanza. L’aborto è quindi avvenuto al di fuori della normale assistenza sanitaria, attraverso “Women on Web” che è un’organizzazione no-profit che offre l’accesso ai farmaci per interrompere la gravidanza. Gli aborti sono riusciti nel 95% dei casi. Negli altri è emerso il rischio di complicanze e le donne, seguendo i consigli del team che le ha aiutate da remoto, si sono recate di persona dal medico per ricevere l’assistenza necessaria.