Biotestamento, Gigli: basta ipocrisie, così battistrada per eutanasia

#Vitanews, 4 APR – “La citazione impropria, parziale e strumentale del magistero della Chiesa evidenzia il tentativo di certi cattolici di salvare, più che la loro coscienza, la loro faccia di fronte al loro elettorato, rimanendo obbedienti al partito. Autorizzare la sospensione di idratazione e nutrizione in un paziente, senza che esse costituiscano terapia della sua #malattia e senza che egli sia in condizioni terminali, equivale ad anticipare la morte di una persona che non sta morendo. Se non altro, alcuni interventi del M5S hanno avuto il merito di sollevare il velo di ipocrisia di chi, come il PD, non vuole chiamare le cose con il loro nome: suicidio nelle strutture del SSN ed eutanasia omissiva. Se così non fosse, non si capisce allora l’opposizione ad ogni richiamo agli articoli del codice penale sul suicidio assistito e sull’omicidio del consenziente. Forse sarebbe opportuno un supplemento di riflessione, come invocato ancora oggi dal Presidente della CEI, card. Angelo Bagnasco”. Lo dichiara in una nota il deputato Gian Luigi Gigli, deputato e presidente del Movimento per la Vita italiano.

Massimo Magliocchetti

Laureato in Giurisprudenza con 110/110 e Lode, con una tesi in bioetica del lavoro dal titolo "Maternità e lavoro. La protezione della lavoratrice madre nell'ordinamento italiano". Appassionato di bioetica e biodiritto, amo il fumo lento della pipa. Volontario del Movimento per la Vita, da novembre 2016 sono Responsabile dei Giovani di Roma e provincia del MpV. Scrivo per servizio e passione. Email: massimo.magliocchetti@vitanews.org