Le Associazioni pro family italiane rilanciano petizione europea sulla famiglia Mum Dad & Kids

Un milione di firme per definire la famiglia e il matrimonio nei trattati europei. Il 3 Aprile 2017 scadono i termini per sottoscrive la petizione Mum Dad & Kids tesa a far riconoscere nei regolamenti comunitari la famiglia come unione tra un uomo e una donna fondata sul matrimonio con la discendenza e la filiazione.

 Un riconoscimento che fornirà un comune denominatore a tutti gli Stati membri e alle istituzioni europee che legiferano sulla famiglia, e che servirà a omogeneizzare i testi e le norme fondamentali che regolano i rapporti di questa cellula fondamentale dell’antropologia umana, i quali stanno diventando sempre più divergenti e difficili da interpretare a causa di iniziative legislative di carattere ideologico.

 

Per questi motivi, i principali movimenti pro family italiani (Movimento per la vita, Comitato Difendiamo i Nostri Figli; CitizenGO; Generazione Famiglia; Comitato Articolo 26; Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini; Associazione Non si Tocca la Famiglia) rilanciano la raccolta firme, invitando tutte le persone che hanno a cuore la famiglia e il diritto dei bambini ad avere un padre e una madre ad accedere al sito web http://www.mumdadandkids.eu/it per sottoscrivere la petizione.

 L’iniziativa ha già superato le 600.000 firme, sul milione richiesto per aprire il dibattito in seno alle istituzioni europee. A fine gennaio la Romania è stata il decimo paese a raggiungere il quorum nazionale, aggiungendosi a Polonia, Ungheria, Croazia, Grecia e Finlandia e altri paesi dell’Est, in cui si è assistito ad una grande mobilitazione di popolo per la promozione della famiglia naturale.

 L’obiettivo è vicino ma serve lo sforzo di tutti per aprire questo confronto cruciale sui destini delle politiche familiari e sociali europee.

 Per informazioni più dettagliate sull’iniziativa e la firma della petizione e possibile anche visitare il sito http://www.mumdadandkids.eu, o contattare il coordinamento nazionale al n. 339.87 09 799

Massimo Magliocchetti

Laureato in Giurisprudenza con 110/110 e Lode, con una tesi in bioetica del lavoro dal titolo "Maternità e lavoro. La protezione della lavoratrice madre nell'ordinamento italiano". Appassionato di bioetica e biodiritto, amo il fumo lento della pipa. Volontario del Movimento per la Vita, da novembre 2016 sono Responsabile dei Giovani di Roma e provincia del MpV. Scrivo per servizio e passione. Email: massimo.magliocchetti@vitanews.org