Cav Rieti, il 15 dicembre incontro sulla famiglia

Sabato 15 dicembre una intera mattinata con inizio alle ore 9,00 dedicata all’incontro formativo promosso in Rieti presso l’Istituto Casa Buon Pastore, dal Movimento per la Vita – Centro di Aiuto alla Vita di Rieti in occasione della prossimità del Santo Natale.

“La Sacra Famiglia di Nazareth, Dono di Dio per l’umanità”: una proposta di modello di famiglia che sia praticabile oggi per il rispetto integrale di tutti i  valori umani in primis della vita sin dal concepimento fino alla fine naturale, alla luce dei principi cristiani.

Primo relatore : Dott Pino Morandini Vice Presidente Vicario del Movimento per la Vita Italiano che tratterà delle questioni oggi più eminenti sulle quali è fortemente impegnato il Movimento a livello giuridico, medico ed etico attraverso una missione in prima linea al servizio della intera società e dei soggetti più deboli, emarginati e vulnerabili. La sua relazione: Si alla Vita per un servizio all’uomo”.

Padre Luca Genovese, Sacerdote dell’ O.f.m.Cap. – e Vice Parroco in  San Michele Arcangelo (Rieti) svilupperà un tema che si auspica possa essere sempre più approfondito in ulteriori occasioni a vari livelli  per favorire  la valorizzazione della figura e del ruolo della paternita’ nella formazione e nella tenuta della famiglia oggi: ” San Giuseppe padre e custode della Famiglia”.

Seguiranno testimonianze di famiglie ed associazioni.

Saranno premiati  alcuni giovani studenti del liceo Scientifico cittadino Carlo Jucci, accompagnati dai proprio  docenti, per aver partecipato con merito al concorso scolastico europeo 2017/18   promosso dal MPV Italiano sul tema : ” Vita diritto di tutti o privilegio di pochi”.

L’evento formativo, presieduto dal Pro Vicario della Diocesi di Rieti Mons Luigi Aquilini, sarà preceduto dalla celebrazione di una Santa Messa nella Chiesa del Sacro Cuore di Gesù (quartiere di Quattro Strade) alle ore 18 del giorno 14 con la partecipazione del giovane coro parrocchiale  seguita dalla visita del CAV ivi ospitato.

L’evento, sostenuto anche dalla 50 e più della Provincia di Rieti,  è aperto a chiunque sia interessato ai temi trattati.

Si ringraziano le persone, le agenzie educative ed i formatori che  interverranno.