Elezioni: Gigli, nuova legislatura difenda obiezione di coscienza

Vitanews, 15 MAR – “Oggi la nostra mission, come ci insegna Papa Francesco, è difendere la vita in tutte le condizioni di fragilità in cui rischia di essere umiliata. E’ riportare l’agenda politica e culturale dal tema dei diritti civili, rivendicabili solo da chi ha peso politico, a quello dei diritti umani, il cui riconoscimento spetta a tutti ed è garanzia di vera democrazia”. Lo afferma il deputato Gian Luigi Gigli, Presidente del Movimento per la Vita Italiano, intervistato da Avvenire.
“Nessuna legislatura – sottolina Gigli – è entrata in rotta di collisione con i nostri ideali come quella che sta per concludersi: unioni civili omosessuali, divorzio ultrabreve, rifiuto a rendere reato l’utero in affitto realizzato all’estero per coppie italiane, biotestamento. Mi auguro che la nuova legislatura difenda almeno l’obiezione di coscienza: l’autodeterminazione del paziente non può ledere quella del medico”.

Massimo Magliocchetti

Laureato in Giurisprudenza con 110/110 e Lode, con una tesi in bioetica del lavoro dal titolo "Maternità e lavoro. La protezione della lavoratrice madre nell'ordinamento italiano". Appassionato di bioetica e biodiritto, amo il fumo lento della pipa. Volontario del Movimento per la Vita, da novembre 2016 sono Responsabile dei Giovani di Roma e provincia del MpV. Scrivo per servizio e passione. Email: massimo.magliocchetti@vitanews.org