27 maggio-27 ottobre 2018: corso sui metodi naturali all’Università Cattolica di Roma

Evento

Il corso residenziale “REGOLAZIONE NATURALE DELLA FERTILITA’: VALORE SCIENTIFICO, UMANO E SOCIALE DEI METODI NATURALI”, organizzato dal Centro Studi e Ricerche sulla Regolazione Naturale della Fertilità- ISI (direttore prof. A. Pontecorvi), dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, è giunto nel 2018 alla sua XVI edizione, avvalendosi di un percorso di costante aggiornamento e contestualizzazione nei contenuti e nella metodologia didattica.

Durata: distribuito in 4 sessioni, l’evento prevede un arco temporale dal 25 MAGGIO al 27 OTTOBRE 2018.

L’obiettivo formativo riconosciuto dall’Università Cattolica e dall’ente responsabile dell’accreditamento ECM per le professioni sanitarie è quello di offrire conoscenze e aggiornamenti   nell’ambito dell’ EPIDEMIOLOGIA  – PREVENZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE, soprattutto attraverso l’indicazione di stili di vita proponibili e rispettosi della dignità dell’essere umano.

Razionale scientifico: il Corso, coordinato dalla d.ssa Aurora Saporosi, è stato riconosciuto e approvato da WOOMB International (World Organization Ovulation Method Billings). Esso propone la formazione di operatori per un servizio di divulgazione ed insegnamento dei Metodi di Regolazione Naturale della fertilità (RNF), attraverso un percorso finalizzato a mettere in luce il contributo che la Regolazione Naturale della Fertilità offre per rispondere a interrogativi e/o disagi di tipo ambientale, sanitario, psicologico etico e sociale che riguardano l’ambito della sessualità e fertilità umana.

Allo scopo di tutelare la fertilità umana, attualmente oggetto di pesanti manipolazioni, si propone l’approfondimento delle conoscenze sulla fertilità di coppia in tutte le fasi della vita riproduttiva, attraverso i metodi di RNF, quali strumenti eticamente e scientificamente validi per l’attuazione di una autentica Procreazione Responsabile.

La conoscenza della fertilità attraverso l’osservazione di segni e sintomi naturali della donna, permette di attuare con serenità una autentica Procreazione Responsabile, basata sulla scelta consapevole e libera, rispettosa del progetto familiare della coppia, di aprirsi alla ricerca della gravidanza, oppure di rinviare o evitare il concepimento, qualora sussistano validi motivi per farlo.

I metodi di RNF rivestono rilevanza sociosanitaria – soprattutto ora che la medicina viene sollecitata ad affrontare le problematiche connesse alla compromissione della capacità procreativa, e a cercare soluzioni adeguate al problema – stimolando anche la riflessione sui valori in gioco, quali: la dignità della persona, dell’amore coniugale e della fecondità, e il riconoscimento ed accoglienza del figlio come dono.

Le quattro sessioni, di 2 giorni ciascuna propongono temi a contenuto scientifico ed antropologico-etico, in un percorso di approfondimento e specializzazione attraverso la metodologia didattica specifica della RNF. Ci si avvale di un approccio integrato multi- e inter-disciplinare ed inter-istituzionale, basato sulla collaborazione del Centro RNF con istituti clinici della stessa Facoltà  di Medicina UCSC e con diverse istituzioni accademiche pontificie quali la Pontificia Università Gregoriana, il Pontificio Istituto Antonianum, l’Istituto Giovanni Paolo II – Università Lateranense,e l’Accademia Alfonsiana.

Docenti: alle lezioni frontali teorico-cliniche si associano esercitazioni pratiche interattive (workshops, esercitazioni individuali, role-play). Il piano di studi, la metodologia didattica, la gestione dei lavori di gruppo (con tutors) e numerose lezioni frontali, sono condotte dal personale del Centro Studi per la Regolazione Naturale della Fertilità (d.sse Aurora Saporosi, endocrinologa e coordinatrice del Corso, Elena Giacchi, ginecologa, Paola Pellicanò). Tra i relatori accademici si segnalano i proff: Gigliola Sica (Ist. Istologia), Antonio Lanzone – Riccardo Marana – Giuseppe Noia (Ist Ginecologia), M. Luisa Di Pietro (Ist Igiene), Marina Casini (Ist Bioetica), Fiorella Gurrieri (Ist Genetica), Jan Dacok (PU Gregoriana), Jaroslaw Merecki (PU Lateranense), Maurizio Faggioni (Pont. Ist Antonianum), Paolo Bonini (Assistente Ecclesistico UCSC). L’apertura del Corso è delegata alla lezione introduttiva dell’Assistente Ecclesiastico Generale dell’UCSC, SE Mons Giuliodori.

I temi vertono su: – Approfondimenti di genetica, embriologia, ostetricia e medicina legale in tema di tutela della vita nascente; – Approfondimenti di antropologia, etica e teologia morale riguardanti la sessualità umana e la  procreazione responsabile; -Studi statistici e psico-sociali sulle utenti dei Metodi Naturali, in particolare del Metodo dell’Ovulazione Billings, per valutare: 1) efficacia d’uso, 2) applicabilità e accettabilità, 3) continuazione d’uso, 4) metodologia di insegnamento;

Inoltre: – Correlazioni ormonali plasmatiche ed urinarie e sintomo del muco cervicale ; – Studi biofisici e strutturali della secrezione endocervicale, pattern ormonale e rilevazione del sintomo del muco; – Efficacia dei Metodi Naturali nel post-partum e durante l’allattamento al seno; – Applicabilità del Metodo Billings e sua predittività diagnostica in caso di patologie cervico-vaginali; -Studi della funzionalità ovarica e cervicale alla sospensione dei contraccettivi ormonali ai fini di una prognosi di fertilità; – Fisiologia della premenopausa ed applicabilità del Metodo Billings; – Utilità dei Metodi Naturali per ottenere la gravidanza in coppie normali ed ipofertili.

Professioni alle quali si riferisce l’evento: la proposta di questo tipo di aggiornamento è rivolto, oltre che a tutte le professioni sanitarie, anche a quanti operano nella formazione in ambito sia scolastico sia pastorale, nonché a tutti coloro che, per interesse personale, desiderano approfondire la tematica.

Numero massimo di partecipanti: è previsto un numero di 20 partecipanti (massimo 25), previo colloquio di ammissione (v. note informative)

Responsabile dell’evento: direttore del Corso è il prof A. Pontecorvi; il Coordinamento Scientifico e Didattico è svolto dalla d.ssa Aurora Saporosi.

Quota di iscrizione: per le categorie accreditate 370 euro medici, 280 altre categorie sanitarie (ostetriche, psicologi, educatori professionali..); quote agevolate di 200 euro studenti, operatori consultoriali o di pastorale, insegnanti e persone interessate.

Sponsor: nessuno

DA SCARICARE: