Festa della mamma, Gandolfini: “Maternità è sfida sociale e antropologica”

Vitanews, 14 MAG – Salutiamo con grande favore le iniziative che oggi hanno ricordato all’opinione pubblica e alla classe politica che – come ha detto Papa – il futuro delle nostre società richiede da parte di tutti, specialmente delle istituzioni, un’attenzione concreta alla vita e alla maternità. Nel giorno della festa della mamma è infatti fondamentale far comprendere che generare una nuova vita non è una vicenda privata ma un fatto sociale che va promosso e sostenuto”, Così Massimo Gandolfini, presidente del Comitato promotore del Family day.

Questo impegno, a cui siamo tutti richiamati, deve essere accompagnato anche da una sfida antropologica e culturale. Gli stessi concetti di madre e di maternità sono infatti minacciati dalle nuove colonizzazioni ideologiche e da alcune tecniche riproduttive che vogliono ridurre il ruolo della mamma a quello di una donatrice e/o portatrice di ovociti. In questo senso allarmano fatti di cronaca recente,  come i procedimenti disciplinari contro psicologi che affermano la centralità del ruolo materno o iniziative strampalate dei Comuni che sostituiscono dalla modulistica la parola “mamma” con  quella “genitore 1”. Nessuna follia ideologica potrà mai far dimenticare a qualsiasi essere umano che è figlio di una madre”. ha proseguito Gandolfini.

“In mondo che qualcuno vuole neutro e in cui l’utero è una merce come le altre la mamma scopare insieme alla stessa umanità” aggiunge il presidente del Family day.

“Facciamo quindi che un grande augurio a tutte le mamme e diciamo loro che possono contare sul sostegno di tanti che ancora credono nei valori che hanno costruito la bellezza d’Italia”, conclude Gandolfini.