La Sapienza di Roma: giornata della bioetica clinica

Nella mattinata di domani, giovedì 16 marzo , dalle ore 9 alle ore 12, nell’Aula A della seconda clinica medica del Policlinico “La Sapienza”,  avrà luogo la “GIORNATA DELLA BIOETICA CLINICA”! Il corso di alta formazione in bioetica clinica , al suo primo anno, é una novità accademica  che nasce dal riconoscimento di un’urgenza, la necessità, cioè, di fornire ai medici ed al personale sanitario gli strumenti necessari per rispondere con lucidità e responsabilità, alle sfide etiche che inevitabilmente si trovano ad affrontare nell’esercizio della loro professione. Il corso é promosso dalla Sapienza di Roma, in collaborazione con le università di Tor Vergata e del Campus Biomedico e dell’Università Cattolica. Come scrive il direttore del corso, prof. Gianfranco Tonnarini : “ La sfida etica che emerge in questi ultimi decenni nei luoghi dell’assistenza, della cura e della ricerca obbliga ad un impegno alto e qualificato. L’obiettivo di una umanizzazione delle attività sanitarie nell’orizzonte della persona, appare una risposta giusta e convincente.”  Le profonde trasformazioni a livello economico, politico, socio-culturale, che caratterizzano il nostro presente storico investono anche l’ambito medico. La figura del bioetico clinico, di un esperto in grado di  valutare di volta in volta le situazioni cliniche piú complesse, con il fine di tutelare e difendere prima di tutto la dignità e il valore della persona umana, nella logica della “cura integrale”,  diventa di fatto  fondamentale. Riscrivere il nostro presente nella logica della “cura dell’umano”, a partire proprio da una rinnovata attenzione per quelle situazioni in cui l’umano si dispiega nella cornice fragile del limite, é la vera sfida “politica” del nostro tempo, caratterizzato spesso da un efficientismo spietato e  cinico, che si rivela però miope, nella sua corsa disattenta verso i bisogni più immediati delle persone concrete. A questo proposito, tra gli altri numerosi ospiti saranno presenti anche l’on. Gigli, Presidente del Movimento per la Vita, e l’on. Binetti.

Autorità, docenti, esperti qualificati e sopratutto giovani studenti di distinti corsi di laurea, saranno i protagonista di questa giornata. Chiunque abbia intenzione di partecipare, manifestando il suo interesse personale e il suo impegno, per la crescita di una coscienza civile sempre più attenta all’uomo (e all’uomo sofferente), è più che benvenuto!

Simone E. Tropea