Unar: Gigli, serve solo a promuovere associazioni Lgbt

VITANEWS, 24 FEB – “Per evitare che l’Unar (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) abbia solo il ruolo di specchietto per le allodole, sarebbe bene ribattezzarlo ‘Upig‘, ovvero Unione per la Promozione della Ideologia Gender, visto che la sua attività principale consiste ormai nel foraggiare l’attività delle associazioni Lgbt malgrado il razzismo in Italia sia un problema emergente”. Lo ha detto il deputato del gruppo ‘Democrazia Solidale-Centro Democratico’ alla Camera Gian Luigi Gigli a proposito della risposta del governo alla sua interpellanza urgente in Aula relativa all’inchiesta de ‘Le Iene’ sull’Unar. 

Francesco Spano è già il secondo direttore dell’Unar, dopo De Giorgi, costretto a dimettersi: dire che va tutto bene – ha sottolineato Gigli – è evidentemente una bugia. Singolare poi che a rispondere alla mia interpellanza alla Camera a nome del governo sia stato mandato il Sottosegretario all’Istruzione invece che Maria Elena Boschi, titolare della delega alle Pari Opportunità da cui l’Unar dipende. Malgrado le rassicurazioni del Governo, infatti, l’immagine dell’Unar forse è talmente compromessa che la Sottosegretaria Boschi ha preferito non metterci la faccia”.