Biotestamento: Gigli, PD chiarisca sua posizione

Roma, 17 GEN – “La possibilità di sospendere idratazione e nutrizione assistite introduce, nei fatti, l’eutanasia in forma omissiva all’interno dell’ordinamento italiano. Se il presidente della Commissione Affari sociali Marazziti e il Relatore Lenzi vogliono evitare l’ostruzionismo sul testo unico, occorre che il PD manifesti con chiarezza da subito la sua disponibilità ad accogliere emendamenti qualificanti sulla verifica della piena autonomia e capacità nelle scelte, sull’obiezione di coscienza del medico, sull’esclusione di ogni potere per il legale rappresentante di mettere a rischio la vita del minore o del disabile a lui affidato”. Lo ha detto il deputato Gian Luigi Gigli, gruppo parlamentare ‘Democrazia Solidale-Cd e presidente del Movimento per la Vita italiano. “Occorre anche chiarire – ha sottolineato Gigli – l’ambito di applicazione e i limiti dell’autodeterminazione, perché lo Stato non può partecipare in alcun modo a forme di suicidio assistito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.