Aborto, Gigli, anche Saviano è stato embrione

Roma, 10 GEN – “Ora il tuttologo Saviano scopre di essere anche biologo e sentenzia saccentemente che la soppressione di un essere umano allo stato embrionale non ha alcuna importanza. Può affermare simili banalità solo perché qualcuno non ha ragionato quando allo stato embrionale c’era lui”. Lo afferma in una nota il presidente del Movimento per la Vita Italiano, On. Gian Luigi Gigli, in riferimento a quanto pubblicato dallo scrittore sul suo profilo Facebook in tema di aborto.
“Quanto alla convinzione, sua e della sen. Cirinnà, che i medici obiettori non possano fare i ginecologi e tanto meno dirigere strutture, ribadiamo che solo un pensiero illiberale e una politica con aspirazioni totalitarie – sottolinea Gigli – possono immaginare di coartare la coscienza di chi ha scelto di fare il medico per salvare vite, curare donne, far nascere bambini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.